teatrosannazaro

Quadri in una esposizione omaggio a Thomas Bernhard

in scena

dal 04 Novembre '19
al 17 Novembre '19

a cura di
Roberto Del Gaudio 
Ciro Pellegrino

Un percorso sul silenzio e sui varchi nascosti dell’anima. Il corpo dell’attore in relazione alle immagini della grande Pittura, una relazione fisica ed emozionale, sulla scia di Reger, ne “Gli Antichi Maestri” di Thomas Bernhard. Una ricerca ossessiva e puntigliosa intorno alle debolezze dell’Arte, alle sue falle, attraverso le quali però si possa realizzare quello che in vita ci sia da realizzare. L’Arte è tanto grande, ma la Vita è così breve…

Il corpo dell’attore come baricentro sacerdotale, come mediatore eterno degli scripta, trasformatore sinergico della parola morta che 'manet in verba che volant'. Attraverso la relazione sognante e traspositiva di capolavori dell’arte con la presenza del proprio corpo posto di fronte all’immagine, l’attore potrà percorrere un processo liberatorio di improvvisazione e di invenzione misurata, per assumere consapevolezza creativa e artistica del movimento e della narrazione.

Rilassamento, respirazione, spazio, coordinazione, ritmo, colori, voce e infine parola. Laddove essa si compia quale precipitato di un percorso afferente alla ars retorica.

Un testo che sarà il frutto di messa in scena perpetua e che culminerà in una vera e propria scrittura drammaturgica. Un lavoro di gruppo, una squadra aperta a tutti, artisti e attori, pittori, musicisti, persone provenienti da discipline le più disparate che vogliano misurarsi con il Teatro e con una messa in scena.