teatrosannazaro

Il nemico migliore

in scena

dal 03 Febbraio '20
al 16 Febbraio '20

di
Giorgia Coco

Siamo in guerra. Il nemico è alla porte. Tre donne, leader di tre paesi, discutono di strategia. Bisogna armarsi e combattere o resistere? Qual è la migliore difesa? Le storie legano gli animi, creano immaginari e dirottano desideri. La lotta per la supremazia passa dalla forza delle parole. Qual è il messaggio alla nazione che queste tre donne comporranno? Quale tra le tre è il candidato migliore? O il male minore?

Il femmineo è in crisi. Distrutti i falsi simulacri dei ruoli canonici (fidanzata, moglie, figlia) la rivoluzione dei sessi che è oggi in atto, pone delle domande e mette di fronte a questioni spinose circa la ridefinizione dell’identità.

In un sistema prettamente maschilista può la rinuncia al femmineo essere l’unica via per una realizzazione personale? Può una donna essere padre della patria?

Dall’archetipo della lady shakespeariana del Macbeth, che invoca gli spiriti per strapparle il sesso e ridurre il latte del seno in fiele, nasce una domanda sull’identità femminile. Quello che ci chiediamo come donne, come artiste, per essere leader in un sistema maschilista è necessario rinunciare a ciò che la propria natura reclama?

Lo scopo della residenza sarà produrre una drammaturgia inedita attraverso il lavoro di tre attrice/autrici, coaudivate da un dramaturg. La drammaturgia scenica si svilupperà attraverso la creazione collettiva e la composizione poetica del materiale testuale e iconico.

Costruiremo tre donne. Tre icone del presente tra cui scegliere il candidato migliore o il male minore.