teatrosannazaro

Frateme di Benedetto Sicca, Francesco Vitiello

in scena

dal 27 Marzo '20

condotto da
Benedetto Sicca 
Francesco Vitiello

La residenza parte dalla sceneggiatura Frateme tratta dall'omonimo testo teatrale di Benedetto Sicca, per lavorare con gli attori sulla costruzione dei personaggi e delle scene in vista delle riprese del film.

Nel corso della residenza vogliamo sperimentare forme ibride di cinema-teatro in cui mettere in sequenza scene girate e montate per il cinema e scene recitate in teatro dal vivo.

Frateme è la storia di una famiglia di Napoli che vive nel quartiere di Forcella, in uno scenario desolato di immondizia non raccolta che brucia. La famiglia è composta da madre, padre e da tre figli: il primogenito Primo e Secondo e Seconda che sono gemelli.
Nelle vicende della famiglia entrano una serie di altri personaggi: Alfredo, lo psicologo di Primo, Corinna la anziana professoressa di inglese di Seconda e Antonio, detto Frateme, amico e compagno di lavoro di Secondo, come lui fantino.
Primo, Secondo e Seconda sono, con diversi gradi di autocoscienza e diversi modi di relazionarsi con la società, tutti e tre omosessuali.
In questa “famiglia tutt’ o ‘ccuntrario” come la definisce Primo, si sviluppano i meccanismi solidali e morbosi, i segreti e le bugie che covano in seno ad ogni nucleo sociale e, soprattutto, in tante famiglie.
I tanti e profondi errori commessi da ciascuno dei personaggi, porteranno alla luce il più oscuro dei silenzi mantenuto per venti anni con la complicità di tutti i famigliari.