teatrosannazaro

Ciccioni di Francesco Campanile


progetto e regia
Francesco Campanile

scrittura scenica
Francesco Campanile
Tiziana Tesauro

movimenti scenici
Christian La Sala

produzione
Teatri Di Carta

Dopo il debutto al Napoli Teatro Festival Italia 2020 con lo spettacolo Le Genoveffe. Una favola amara, la Compagnia Teatri di Carta intende proseguire la sua ricerca artistica con un lavoro che esplora le possibilità espressive e performative di corpi grassi, sgraziati, deformi, spingendoli oltre il limite di ciò che sembra comunemente possibile. Il progetto mette al centro due solitudini, un fratello e una sorella indivisibili perché accomunati dallo stesso destino e dalla stessa fame d’amore che li divora da quando sono nati e che ne ha deformato i corpi, rendendoli indecenti agli occhi del mondo.

Corpi che sono urla e quiete, tenerezza e disprezzo, cordoglio e luce, lutto e felicità. Il lavoro di residenza pone gli attori e le loro fisicità al centro del processo creativo, attraverso partiture fisiche e sessioni di improvvisazione, per farsi scrittura scenica e
creazione drammaturgica. A partire dal tema della famiglia, intesa come luogo della crudeltà e mattatoio dei sentimenti, il progetto intende esplorare una geografia del corpo diversa da quella comunemente accettata, ma ugualmente necessaria e degna di essere raccontata.