After the end



di
Dennis Kelly
traduzione di
Monica Nappo
a cura di
Eduardo Scarpetta
After the end di Dennis Kelly (tra gli autori più acclamati della scena teatrale contemporanea inglese) è l’emblema di come il grottesco riesca a scandagliare l’animo umano: tutto sensato, tutto plausibile, tutti immedesimati di fronte a questa vita “artificiale” in un rifugio nucleare antiatomico degli anni Ottanta, in cui Mark e Louise, un ragazzo e una ragazza sui venticinque anni, provano a consumare il tempo in attesa che il mondo di fuori torni a sembrare vivibile.
Un testo forte, necessario, intimo. Un thriller psicologico che più ti resta in mente più diventa potente.

Fino a che punto l’amore giustifica i suoi mezzi?