Il Barbiere di Siviglia – Popera

Il Barbiere di Siviglia

Popera
Progetto e regia Gianmarco Cesario
da Pierre De Beaumarchais e Cesare Sterbini
Musiche Gioacchino Rossini
Arrangiamenti musicali M° Mariano Bellopede
Assistente alla regia Carlo Liccardo
Coreografie Enzo Padulano
Scene e costumi Melissa De Vincenzo
Con Gennaro Ciotola, Vincenzo Iengo, Carlo Liccardo, Francesco Luongo, Laura Pagliara
Danzatore Matteo Carbone
Produzione I due della città del sole in collaborazione con Fratelli di Versi



Il progetto POPERA nasce con l’intento di avvicinare i giovani all’opera lirica, attraverso un’attualizzazione dei testi e delle musiche, queste ultime, per l’occasione, riarrangiate appositamente in chiave pop. Gli spettacoli che faranno parte di questo progetto saranno concepiti con uno studio dei testi d’origine che hanno ispirato i librettisti, i quali hanno fornito, a loro volta, il supporto testuale ai grandi musicisti che hanno composto quelle che sono, senza dubbio, i capolavori del melodramma. Scene, costumi, ed interpretazioni, saranno realizzati in perfetta sintonia con il concept, con la finalità di offrire un primo approccio alle nuove generazioni di un’arte che spesso rischia di risultare troppo lontana dal loro mondo visivo ed uditivo. Il 13 novembre 2023 si celebreranno i 155 anni dalla morte di Gioacchino Rossini, uno dei più importanti musicisti italiani, autore, tra l’altro, di immortali melodrammi ed indimenticabili opere buffe, tra le quali spicca, senza dubbio, “IL Barbiere di Siviglia”, che, con l’iniziale titolo di “Almaviva, o sia l’inutile precauzione” debuttava al Teatro Argentina di Roma il 20 febbraio 1816. Il libretto, scritto da Cesare Sterbini, si ispira piuttosto fedelmente all’opera originale di Pierre de Beaumarchais, dalla quale era già stato tratto un’altra opera buffa di Giovanni Paesiello su libretto di Giuseppe Petrosellini, e, dopo un breve conflitto fra le due opere, nel quale pareva dovesse avere la meglio l’opera di Paesiello, quella di Rossini riuscì a surclassarla, diventando una delle opere più rappresentate al mondo, ed il suo successo ancora oggi, dopo oltre due secoli, resta immutato. Il progetto POPERA debutta proprio con quest’opera. Il testo, rielaborando il libretto originale attraverso la contaminazione con il copione di Beaumarchais, evidenzia la grande vis comica del plot originale, i cui personaggi, ed i rocamboleschi intrecci, rivelano un’inequivocabile matrice della commedia dell’arte. Le note romanze che caratterizzano l’opera saranno riarrangiate in chiave moderna, in suoni che vanno dal rock (“Largo al factotum”), la musica cantautorale (“Se il mio nome”), il pop elettronico (“Io son docile”) fino al rap (“La calunnia”), in una multicolore esplosione di suoni che intende coinvolgere ed appassionare il pubblico di neofiti e divertire quello degli appassionati.

Condividi spettacolo
Richiesta informazioni

    Photos